In un precedente articolo abbiamo trattato, in linea generale, il tema di Facebook come strumento per incrementare il fatturato di un’azienda.
Adesso vediamo, concretamente, cosa bisogna fare per raggiungere questo obiettivo. Prima, però, bisogna precisare che non è sempre vero che avere tanti like sulla propria pagina Facebook corrisponda ad avere altrettanti clienti disposti ad acquistare. A volte i like che vengono messi su un post non rispecchiano il reale interesse da parte del fan. L’obiettivo è, quindi, quello di convertire il fan in un cliente. E cosa occorre fare affinché questo accada? Ecco 3 consigli basilari ma non esaustivi, utili a mettere in pratica questa strategia:

Predisporre una strategia di social media marketing

Pubblicare un post sulla propria pagina senza una precisa strategia a monte è l’errore che in tanti commettono. Postare senza sapere gli obiettivi che si intende raggiungere e aspettare che gli utenti facciano mi piace, è la strada più sbagliata che si possa percorrere. Avere l’ossessione dei mi piace (più ne abbiamo e meglio è) non porterà ad avere clienti reali e, quindi, non determinerà un aumento delle vendite. Mettere mi piace non sempre significa voler comprare un prodotto o avere un reale interesse verso un brand. Per attirare nuovi clienti, di conseguenza, è assolutamente necessario predisporre una strategia di social media marketing per individuare cosa comunicare, a chi, con quale frequenza e per quanto tempo. Il tutto dovrà essere tradotto attraverso un piano editoriale che sia coerente con la strategia aziendale. Questa fase è molto importante per definire bene i propri interlocutori che dovranno essere coinvolti il più possibile al fine di convertirli in reali clienti.

Utilizzare Facebook Ads

La pagina Facebook è uno strumento che rappresenta un’opportunità di vendita. Ma non basta avere una pagina Facebook a mo’ di vetrina. Occorre alimentarla con contenuti precisi e puntuali. Questi contenuti raggiungeranno le persone che hanno fatto mi piace sulla pagina, ma non tutti. Per fa sì, allora, che possano essere raggiunte quante più persone possibile e realmente interessate ad acquistare un prodotto/servizio, è indispensabile ricorrere a uno strumento molto potente messo a disposizione da Facebook: Facebook Ads, ossia la cosiddetta sponsorizzazione di un post. Con un investimento variabile (da pochi euro e fino ad alcune centinaia di euro) si possono raggiungere le persone che sono realmente interessate ad effettuare un acquisto. Questo perché attraverso Facebook Ads è possibile profilare scrupolosamente il nostro target in base all’età, al sesso, alla posizione geografica e agli interessi.

Coinvolgere e interagire con i propri utenti

Dopo aver pubblicato un post sulla propria pagina Facebook, ci si aspetta che i nostri potenziali clienti clicchino mi piace ma, soprattutto, scrivano commenti e condividano quel post. La somma di queste tre azioni (mi piace, commento, condivisione) rappresenta il coinvolgimento dell’utente. E per coinvolgerlo si possono fare domande, organizzare contest e, cosa molto importante, rispondere ai loro commenti facendoli sentire parte di una community, cioè quella del proprio brand. Questo coinvolgimento o engagement consentirà all’azienda di capire e profilare meglio i propri clienti ai quali proporre soluzioni, a volte, personalizzate. Questo processo si concluderà attraverso la condivisione con i propri amici e familiari generando, quindi, un passaparola positivo che rappresenta un’ opportunità per acquisire nuovi clienti.

//www.fullmidia.it/webagency/wp-content/uploads/2018/10/footer_logo-2.png